DiSAL scrive ai Capi dipartimento: dott.ssa Boda e dott. Bruschi


 Oggetto: chiarimenti su adozione di forme di lavoro agile e flessibilità organizzativa art 1 DPCM 8.3.2020 e Nota ministeriale 279/2020.

 

 L’art 1 DPCM 8.3.2020 e la Nota ministeriale 279/2020, in considerazione dell’emergenza sanitaria in atto, introducono indicazioni circa l’adozione di forme di lavoro agile e flessibilità organizzativa del personale nelle istituzioni scolastiche.

Con la presente si chiede di voler fornire, nel merito, ulteriori ed univoche indicazioni a cui i Dirigenti scolastici possano fare riferimento, in particolare per l’attuazione della flessibilità organizzativa degli Assistenti amministrativi e dei Collaboratori scolastici. I Dirigenti scolastici necessitano di sapere, in particolar modo, quali siano le modalità e le norme di riferimento per organizzare i richiamati ‘contingenti minimi’: la prevista turnazione del personale ATA, seppur per i condivisibili motivi richiamati dai dispositivi sopracitati, comporterebbe, infatti, l’imposizione forzata al personale di fruizione delle ferie. Il riferimento ai contingenti minimi ‘previsti dai contratti integrativi di istituto ai sensi della legge 146/1990’, richiamato dalla Nota 279/2020, peraltro, chiama in causa un dispositivo di legge che attiene solamente alle situazioni di sciopero regolate, dal punto di vista della giustificazione dell’assenza dal servizio, secondo principi e giustificativi non assimilabili a quelli da porre in essere nella situazione odierna.

Si chiede cortesemente un sollecito riscontro e urgente chiarimento in merito.

Distinti ossequi.

Milano, 9 marzo 2020 Ezio DELFINO

Presidente nazionale DiSAL

 

 Chiarimenti su adozione di forme di lavoro agile e flessibilità
Spaziatore
Scarica file   Chiarimenti su adozione di forme di lavoro agile e flessibilità
Spaziatore
RichiestachiarimentiNota279-2020.pdf

Tipo documento: Chrome HTML Document
Spaziatore
 
Salva Segnala Stampa Esci Home